Binasco 2000  |   Informazioni  |   Album

Portici è un servizio di community offerto da Binasco2000:
* Per le caratteristiche del servizio, Binasco2000 non può essere considerata responsabile del contenuto delle conversazioni: gli utenti sono gli unici responsabili del loro comportamento nei confronti del servizio stesso, degli altri partecipanti e di terzi.
* Gli amministratori e gli operatori di Binasco2000 possono (ma non ne sono obbligati) intervenire per impedire l'accesso a utenti che hanno un comportamento scorretto.
* E' buona norma che i minorenni non siano "abbandonati" dai genitori durante la navigazione in Rete.


Regole e modalità di inserimento 'voce' -  CLICCA QUI

Utilizzo dei link colorati:
Commenta - per scrivere un post sullo stesso argomento
Vedi solo questo argomento - per visualizzare SOLO i post con lo stesso titolo
Vedi tutti gli argomenti - per visualizzare TUTTI i post
Per introdurre un nuovo argomento cliccare su SCRIVI



Elenco degli ultimi interventi, clicca sul titolo per visualizzare quello che ti interessa
LaTua Voce
Quattro Birre
Gesto ambiguo
Non ti vedo
#abortolegal
Le temp
27FEBBRAIO 2024 AUGURI RADIO HINTERLAND 1978-2024
27 FEBBRAIO 2024 BINASCO2000-2024 AUGURI AL SITO
27FEBBRAIO 2024 AUGURI RADIO HINTERLAND 1978-2024
27 FEBBRAIO 2024 BINASCO2000-2024 AUGURI AL SITO
Devo fare pace
Sciamano
Canzonetta
Gorilla
Sfida
Fuori Bolla
Gli ex ministri
Le cose eterne
New Deal
Svuotamento
Invano
Cori e canzoni Natalizie
Arriverà Natale
13 DICEMBRE 2023 SANTA LUCIA ONOMASTICO
11/12/2023 BINASCO PISTA PATTINAGGIO
Ricerca contabile con esperienza
Consapevolezza amara
Saluto
Per una bambina
(...)
La via del Calvario
Aria
Dopo la Pioggia
Unità di spazio
Canta il Sogno del Mondo
Inevitabile
Inevitabile
Unità di spazio
Inevitabile
Carburo
Vai a Portici Anno 2000

Voci più recentiVoci più vecchie
1 Giugno 2023
Viaggio
Commenta   Vedi solo questo argomento



Arrivai a Milano costeggiando i navigli;
molti disperati popolavano la riva
e nella loro follia parlavano di quiete.
Cercavo di afferrare la mia immagine nelle torbide acque
Prima di cadere e affondare
nel mio fato battesimale.
Il resto era palude, palafitte,
mercanti di ogni tipo,
ricercatori di cornamuse
perse nella notte dei tempi.

Un’aborigena mi prese per mano
portandomi nel suo nido,
la fecondai fino all’ultima covata.
Dandole fino alle ultime forze
mi trovai con le spalle
scagliate su questa terra
pensai fosse la mia tomba,

ma il cielo si aprì
mostrandomi la costellazione.
Le campane del duomo
raddoppiavano il loro rintocco
dandomi il benvenuto,
mettendomi nelle tasche le loro leggi
e sulla fronte un marchio.




J. Manuel Serante Cristal
1 Giugno 2023
Addio ...
Commenta   Vedi solo questo argomento


Addio monti sorgenti dall’acque, ed elevate al cielo;
cime ineguali, note a chi è cresciuto tra voi,
e impresse nella sua mente,
non meno che lo sia l’aspetto de’ suoi familiari;
torrenti, de’ quali distingue lo scroscio,
come il suono delle voci domestiche;
ville sparse e biancheggianti sul pendio,
come branchi di pecore pascenti;.. addio!

Quanto è tristo il passo di chi,
cresciuto tra voi, se ne allontana!
Alla fantasia di quello stesso
che se ne parte volontariamente,
tratto dalla speranza di fare altrove fortuna,
si disabbelliscono, in quel momento
i sogni della ricchezza;
egli si meraviglia d’essersi potuto risolvere,
e tornerebbe allora indietro,
se non pensasse che, un giorno,
tornerà dovizioso.

Quanto più s’avanza nel piano,
il suo occhio si ritira,
disgustato e stanco, da quell’ampiezza uniforme;
l’aria gli par gravosa e morta;
s’inoltra mesto e disattento nelle città tumultuose;
le case aggiunte a case,
le strade che sboccano nelle strade, pare che levino il respiro;
e davanti agli edifizi ammirati dallo straniero, pensa,
con desiderio inquieto, al campicello del suo paese,
alla casuccia a cui ha già messi gli occhi addosso, da gran tempo,
e che comprerà, tornado ricco a’ suoi monti.

- verso il 1800 o su di li -
Manzoni Alessandro
28 Maggio 2023
Ancora una cosa
Commenta   Vedi solo questo argomento


Tutto non sciolto, inestricabile - dice. Conoscenze sparse accumulate,
codici, leggi, archivi, carte d'identità, libri -
Chi sei? chi sono? dove e quando?
fino a quando e perché? Nessuno risponde. Tuttavia
dici ancora "buongiorno", "buonanotte", mentre nel vecchio caffè,
dietro i vetri appannati, scorgi
i due marinai in pensione che giocano a scacchi.
Sul tavolino accanto, vuoto, è posata una rosa rossa.

Ghiannis Ritsos
21 Maggio 2023
Le Arti
Commenta   Vedi solo questo argomento


Tutte le arti
concorrono a
realizzarne una sola,
la più difficile,
quella di vivere
B.B.
20 Maggio 2023
una "bella giornata"
Commenta   Vedi solo questo argomento


una "bella giornata"
niente è successo
e niente doveva succedere
il vento ha agitato le foglie
che non sono cadute
la barca all'ormeggio non è uscita
e la pioggia è caduta
sull'erba noncurante
tutto era pieno
anche il bicchiere vuoto.

Maureen N. McLane
16 Maggio 2023
Luna piena
Commenta   Vedi solo questo argomento


Non più trono di una dea che preghiamo,
non più la bolla di sapone in cui vive
l'omino che ruzzola delle fiabe dell'infanzia,

L'enfatica luna ascende -
la brillante sfida agli esperti di razzi,
la bianca speranza degli uomini delle comunicazioni.

Alcuni che amo e che son morti
sorvegliavano la luna e sapevano i suoi usi;
piantavano sementi, si tagliavano i capelli,
Si foravano gli orecchi per cerchi d'oro di orecchini
secondo che la luna consigliava.
Essa splende stanotte sulle loro tombe.
E bruciava nel giardino dei Getsemani
la sua luce resa santa dalle lacrime abbaglianti
con cui si mescolava.
E diffuse il suo fulgore sul sentiero d'esilio
di Colui che era Il Leggiadro,
quella luce resa santa dalla sua Santità.
Già ora una meta ambita e domani forse
base militare, un livido settore,
la luna piena sovrasta l'oscurità ansiosa.
Robert E. HAYDEN
16 Maggio 2023
Sommossa per l´integrazione della scuola
Commenta   Vedi solo questo argomento


Per pura concessione intellettuale: Io Robert E. Hayden sono nato a Detroit nel 1913, fui docente di lingua Inglese alla Fisk University; di origini Afroamericane - Poeta -. Il testo "musicale" lo scrissi all'inizio degli anni '60 del secolo scorso, ispirato dagli urti di vomito causati del comportamento tenuto dalla parte civile degli Stati Uniti in relazione a manifestazioni pacifiste sorte per chiedere l'integrazione paritaria scolastica della popolazione di colore o se per lei è più consono dei negri.

GoodNight Mister
Robert E. HAYDEN
15 Maggio 2023
Sommossa per l´integrazione della scuola
Commenta   Vedi solo questo argomento


'sto Hayden qui non faceva mica musica ?
sarebbe stato meglio continuasse con quella perché sto poema l'è scarsino
Scarlatti
15 Maggio 2023
Sommossa per l´integrazione della scuola
Commenta   Vedi solo questo argomento


Non ho parole, non ho parole per questo.
Osceno, inumano, vile -
Oh, nessuna di queste, nessuna di queste basterà.
Esse zoppicano, vacillano,
mentre cittadini timorati di Dio
con Bibbie, insulti e sassi
avanzano su un bimbo che piange.
Oltraggioso, crudele - no;
questi sono piagnucoli perduti
nel clamore della folla.
Oh Musa, siimi amica ora
ch'io possa trovar sollievo
da intollerabile silenzio.
Robert E. HAYDEN
11 Maggio 2023
I giovani, seconda facciata
Commenta   Vedi solo questo argomento


In calzoni aderenti, camicie aderenti,
Stirata o schiacciata,
La giovinezza ferisce.
Compressa, prorompente,
La carne canta
E cela il dubbio
In anche nervose, sguardo scattante,
Rossetto aggressivo,
Pose di sfida.

Indossata, o smessa,
La giovinezza ferisce. Ed ecco
Se n'è andata.
(1965)
James A. Emanuel
10 Maggio 2023
Perché - poesia !
Commenta   Vedi solo questo argomento


Perché guidi con il telefonino in mano ?
Perché guidi con il telefonino e la birra in mano ?
Perché guidi con in mano il conogelato appena acquistato ?
Perché butti qualsiasi cosa per terrà ?
Perché lasci bottiglie vuote sui davanzali altrui ?
Perché non raccogli quello che lascia il tuo cane ?
Perché butti i mozziconi di sigaretta ovunque ?
Perché riempi i cestini pubblici della spazzatura con il sacchetto di casa ?
Perché lasci vicino ai cassonetti degli indumenti qualsiasi tipo di rifiuto ?
Perché fai scendere tuo figlio dalla macchina sul lato strada quando il lato marciapiede è libero ?
Perché ti fermi in doppia fila per scaricare tuo figlio a scuola ?
Perché ti fermi in doppia fila con il pullman a caricare alunni ?
Perché parcheggi in curva, sulle strisce ?
Perché i vigili non 'fanno cassa' con chi se lo merita ?
Perché parcheggi in piazza e non ti rimuovono l'auto ?

Perché ?



Dubbius
8 Maggio 2023
Poesia per i neutrali
Commenta   Vedi solo questo argomento


Un paesaggio giapponese al neon lampeggia
un film costante
di ricordi. Le sue foglie, le sue colline
cambiano in muta prospettiva. Contadini
e Americani.
dicono che sono azzurre. Un qualche naturale fenomeno
qualche possibile immagine
di ciò che chiameremo storia. Una giungla
di sensazioni. Nelle loro menti, l'albero
spezzato, sangue fresco nel buio romantico. La nostra improvvisa
e fraintesa bellezza. Tenerezza inetta ( Perché
quelle lunghe ragazze giacciono nel buio sotto il nostro odore.
Quei parlatori che non tacciono
quando verrà l'alba. E stanno sulle soglie
lasciando entrare l'aria fredda.
E' una storia di motivi
saldi come l'economia
per questi nani instancabili
che fan miracoli per i ciechi. Il cerchio bagnato
nei lori pantaloni
la minaccia
della nostra educazione. Non è Dante
né Yeats. Ma il pellegrino chiassoso
e ubriaco, che conoscevo così bene
nella mia giovinezza. E divenne pietra
attendendo il mutamento.
LeRoi Jones
6 Maggio 2023
Allusioni
Commenta   Vedi solo questo argomento


Nel corridoio con le mattonelle bianche e nere
abbandonato un cesto di mele. La finestra
dava sul mare. Cinque pescatori trasportavano
un enorme pescecane squartato. Il sangue
gocciolava sulla strada carraia. Quando entrai nella sala da pranzo
vidi posato sulla macchina per cucire
un mazzo di carote. Oh, anni infantili dimenticati,
anni senza sospetti, ipnotizzati dal bel sole
tra due miracoli ignoti. Il grande libro
era chiuso sulla sedia di paglia del giardino.


Ghiannis Ritsos
2 Maggio 2023
1° MAGGIO 2023 FESTA DEL LAVORO
Commenta   Vedi solo questo argomento


CGL CISL UIL 75 anni di costituzione L'ITALIA e' una repubblica fondata sul lavoro
xyzk
26 Aprile 2023
25 APRILE 2023 FESTA DELLA LIBERAZIONE
Commenta   Vedi solo questo argomento


italia antifascista antinazista ANPI associazine nazionale partigiani d'italia
xyzk
16 Aprile 2023
Qualcosa resta
Commenta   Vedi solo questo argomento


Dopo tanti bombardamenti a tappeto
rimase intatto soltanto un muro
della grande chiesa con l'alta finestra;
intatta anche la bella vetrata della finestra
con colori viola, arancioni, azzurri, rossi
e raffigurazioni di fiori, uccelli e santi.
Perciò confido ancora nella poesia
Ghiannis Ritsos
8 Aprile 2023
Auguri
Commenta   Vedi solo questo argomento


Pasqua giorno di pace,
un concerto di campane
prega perché l'umanità
abbia memoria.
I ricordi siano chiomati di nebbia e sole,
e respiri in essa unico albero verde,
la serenità.




Bastiano il Contrario
28 Marzo 2023
Sensazione
Commenta   Vedi solo questo argomento


Nelle sere azzurre d'estate,
andrò per i sentieri,
pizzicato dalle spighe
a calpestare l'erba sottile;
sognatore, ne sentirò la
freschezza ai miei piedi,
lascerò che il vento bagni
la mia testa nuda.
Non parlerò, non penserò a niente:
ma l'amore infinito mi salirà nell'anima
e andrò lontano, molto lontano, come uno zingaro,
attraverso la Natura - felice come con una donna -

Arthur Rimbaud - marzo 1870
25 Marzo 2023
Non camminare errabondo
Commenta   Vedi solo questo argomento


- Non camminare errabondo
ma cerca la tua strada ...
- Lasciatemi
un vento forte verrà a portarmi al luogo giusto.
Léon Felipe
21 Marzo 2023
Extaterrestre
Commenta   Vedi solo questo argomento


C'era un tipo che viveva in un abbaino
Per avere il cielo sempre vicino
Voleva passare sulla vita come un aeroplano
Perché a lui non importava niente
Di quello che faceva la gente
Solo una cosa per lui era importante
E si esercitava continuamente
Per sviluppare quel talento latente
Che è nascosto tra le pieghe della mente
E la notte sdraiato sul letto, guardando le stelle
Dalla finestra nel tetto con un messaggio
Voleva prendere contatto, diceva:
Extraterrestre portami via
Voglio una stella che sia tutta mia
Extraterrestre vienimi a cercare
Voglio un pianeta su cui ricominciare
Una notte il suo messaggio fu ricevuto
Ed in un istante é stato trasportato
Senza dolore su un pianeta sconosciuto
Il cielo un po' più viola del normale
Un po' più caldo il sole, ma nell'aria un buon sapore
Terra da esplorare, e dopo la terra il mare
Un pianeta intero con cui giocare
E lentamente la consapevolezza
Mista ad una dolce sicurezza
"L'universo é la mia fortezza!"
Extraterrestre portami via
Voglio una stella che sia tutta mia
Extraterrestre vienimi a pigliare
Voglio un pianeta su cui ricominciare!
Ma dopo un po' di tempo la sua sicurezza
Comincia a dare segni di incertezza
Si sente crescere dentro l'amarezza
Perché adesso che il suo scopo é stato realizzato
Si sente ancora vuoto
Si accorge che in lui niente é cambiato
Che le sue paure non se ne sono andate
Anzi che semmai sono aumentate
Dalla solitudine amplificate
E adesso passa la vita a cercare
Ancora di comunicare
Con qualcuno che lo possa far tornare, dice:
Extraterrestre portami via
Voglio tornare indietro a casa mia
Extraterrestre vienimi a cercare
Voglio tornare per ricominciare!
Extraterrestre portami via
Voglio tornare indietro a casa mia
Extraterrestre non mi abbandonare
Voglio tornare per ricominciare!

E.F.
Voci più recentiVoci più vecchie