Binasco 2000  |   Informazioni  |   Album

Portici è un servizio di community offerto da Binasco2000:
* Per le caratteristiche del servizio, Binasco2000 non può essere considerata responsabile del contenuto delle conversazioni: gli utenti sono gli unici responsabili del loro comportamento nei confronti del servizio stesso, degli altri partecipanti e di terzi.
* Gli amministratori e gli operatori di Binasco2000 possono (ma non ne sono obbligati) intervenire per impedire l'accesso a utenti che hanno un comportamento scorretto.
* E' buona norma che i minorenni non siano "abbandonati" dai genitori durante la navigazione in Rete.


Regole e modalità di inserimento 'voce' -  CLICCA QUI

Utilizzo dei link colorati:
Commenta - per scrivere un post sullo stesso argomento
Vedi solo questo argomento - per visualizzare SOLO i post con lo stesso titolo
Vedi tutti gli argomenti - per visualizzare TUTTI i post
Per introdurre un nuovo argomento cliccare su SCRIVI



Elenco degli ultimi interventi, clicca sul titolo per visualizzare quello che ti interessa
Istante
Il ministro
La pace delle cose selvagge
Uccidere è facile
Sul finire della sera
Che mangiata!
Che mangiata!
Che mangiata!
Strage di alberi - Stati d´animo
Strage di alberi - Stati d´animo
Vento
Il ministro
Preghiera politica
Sporcizia
Sporcizia
Sporcizia
Più che puoi
La grazia
Vento
Immagine fiabesca
Immagine fiabesca
La menta
Luglio
83 secondo componimento
Immagine fiabesca
Immagine fiabesca
24 LUGLIO 2019
Immagine fiabesca
Immagine fiabesca
Immagine fiabesca
Primi Astronauti
L´Ignorante
Ciò che ti offro
Luglio
Scrivimi
Luglio
La luce, mutata
Amleto a Roma
Rinvio calcolato
I Tempi nuovi
Vai a Portici Anno 2000

Voci più recentiVoci più vecchie
30 Settembre 2019
Che mangiata!
Commenta   Vedi solo questo argomento


Anche ieri che mangiata all'ombra del castello! La Pro loco è molto meglio come trattoria comunale che come associazione culturale.
Raffaele cliente fedele
21 Settembre 2019
Strage di alberi - Stati d´animo
Commenta   Vedi solo questo argomento


Possibile che Nessuno (tecnici: ingegneri, architetti, geometri - Comune) abbia pensato alle conseguenze?

Possibile ?

Se elimini l'impossibile, quello che rimane - per quanto improbabile - deve essere la verità.
Spock
20 Settembre 2019
Strage di alberi - Stati d´animo
Commenta   Vedi solo questo argomento


Rabbia
In un mondo dove una ragazzina di soli 16 anni cerca di salvare il nostro futuro, quello dei nostri figli, dei nostri nipoti, rispettando la natura, limitando l’inquinamento, c’è chi invece fa esattamente il contrario.

Vergogna
Questo è successo a Binasco. Grazie alla Società Milano Serravalle con la Condivisione del Comune di Binasco.

Strage
Tutti, dico tutti gli alberi a ridosso del cavalcavia di via Marconi in prossimità di via Ferraris, sono stati abbattuti in poco meno di due giorni ai primi di agosto e così hanno degradato, abbandonato? un quartiere che negli ultimi 15/20 anni si è popolato di nuove vite, di bambini che con i loro nonni, le loro mamme si riunivano e giocavano in un piccolo ma bellissimo parchetto, dove anche lì senza alcun “ritegno” sono stati abbattuti tutti gli alberi a protezione e a decoro.

Leggerezza
Distrutto per sempre un polmone verde che dava loro vita, ossigeno, li proteggeva come fosse una barriera naturale da polveri sottili e Runore assordante e continuo dell’autostrada. Possibile che Nessuno (tecnici: ingegneri, architetti, geometri - Comune) abbia pensato alle conseguenze?
Stiamo parlando di Famiglie!!!
Possibile che siano stati così Leggeri nel prendere certe decisioni?

Speranza
Si spera che i responsabili e co-responsabili pongano Rimedio ai grossi Danni arrecati; barriere protettive fonoassorbenti, ripiantumazione alberi…

Le donne, le mamme di via Ferraris.
Barbara,Beatrice,Donatella,Elena,Eleonora,Enza,Luana,Paola,Paola,Pina,Roberta,Sonia…


20 Settembre 2019
Vento
Commenta   Vedi solo questo argomento



Nomade venuto da lontano, ignaro di noi,
il vento, l’elemento a me più estraneo,
finché il flutto si placa nell’onda.

Un tempo, al momento dell’alta marea,
quale abbaglio sulla soglia;
pareva invalicabile; all’interno
lo spazio il mondo.
Tu m’hai amata,
io ti ho amato –
amore: polvere che volteggia su di noi
nel chiarore del giugno, quando verdi colline e cielo alto
ci offrono
quello che noi non cogliamo.

Non mancata l’ora,
in cui riposa la mia memoria,
si congela, si acceca, si risveglia,
sa vedere la quotidianità del dì e della notte,
elementare
sotto il tuo respiro, o nomade.

Anche quando ti scateni
in folate di grandine
ti volano incontro gli uccelli del mattino.

Erika Burkart
17 Settembre 2019
Il ministro
Commenta   Vedi solo questo argomento



Ci servirà un ministro del culto
per consegnare alla terra questo corpo pesante.

Ma non scaverà la fossa;
altri più forti e più deboli di lui lo faranno.
E non si strofinerà gli occhi e il naso;
altri più deboli e più forti di lui lo faranno.
Non infornerà dolci e non baderà ai bambini –
ci sono le donne, per questo. Altrimenti,
che ci starebbero a fare in un momento simile
se non facessero queste cose?

No, faremo venire il ministro del culto
per badare alle parole.

Non le deve abbellire,
non le deve dir bene,
non devono nemmeno piacergli
purché accettino di obbedirgli.

Serve il ministro
perché le parole sappiano dove andare.

Immaginale a girare e girare
confuse per il cimitero.
Immaginale a vagare per il mondo
senza mai trovare riposo.


Anne Stevenson
4 Settembre 2019
Preghiera politica
Commenta   Vedi solo questo argomento



qui, a me, staccandovi da isola di Pèlope
figli vigorosi di Zeus e di Leda
... intimo calore, qui apparite, Càstore
e Polluce!
Voi che spazi di pianeta, oceani
totali percorrete su scatto di cavalli,
lievi custodite noi viventi da glaciale
morte
scalate picchi in scafi, meraviglia d’assi,
e da lontano siete lumi corridori sulle sartie
carichi di chiaro in notte amara
a scafo buio.

ALCEO
4 Settembre 2019
Sporcizia
Commenta   Vedi solo questo argomento


.... che però può essere diverso .... come possono essere diverse le figure che hanno imbrattato il suolo pubblico. Perché in caso che il cartoncino colorato fosse stato messo sopra il parabrezza di un'autovettura è facile anzi più che probabile che ha gettare al suolo il cartoncino sia stato il proprietario della vettura, cosa che di norma fanno "quasi"tutti .. con
noncuranza e "fastidio" - mi ci metto anch'io

giuandalpacc
3 Settembre 2019
Sporcizia
Commenta   Vedi solo questo argomento


Se si ha interesse ed impegno, si può risalire al titolare dell'Utenza telefonica che però può essere diverso dall'autore dell'imbrattamento.
In caso vi fosse corrispondenza tra autore e titolare si può procedere con una sanzione tramite l'ex art. --- del Regolamento di Polizia Urbana - per Imbrattamento del suolo Pubblico -
Un tempo era così .. ora non so
Cesare B.
3 Settembre 2019
Sporcizia
Commenta   Vedi solo questo argomento


A ridosso dello scorso fine settimana qualche bravo fenomeno ha pensato bene di andare ad appiccicare delle etichette rosse su tutte le serrande dei negozi del centro e, nel farlo, ha grattato via le etichette che c'erano prima lasciandole tutte per la strada e sporcando ovunque. Essendoci sulle etichette un numero di telefono non è che si può risalire a chi è stato ?

Lindo
3 Settembre 2019
Più che puoi
Commenta   Vedi solo questo argomento



Se non puoi farla come vuoi, la vita,
sforzati almeno più che puoi
di non prostituirla
nei contatti eccessivi con la gente,
con i gesti eccessivi e le parole.

Non la prostituire col portarla
troppo sovente in giro, con l’esporla
ai commerci e alle pratiche
della dissennatezza quotidiana
finché diventi estranea ed importuna.

Costantino Kavafis
Voci più recentiVoci più vecchie