Binasco 2000  |   Informazioni  |   Album

Portici è un servizio di community offerto da Binasco2000:
* Per le caratteristiche del servizio, Binasco2000 non può essere considerata responsabile del contenuto delle conversazioni: gli utenti sono gli unici responsabili del loro comportamento nei confronti del servizio stesso, degli altri partecipanti e di terzi.
* Gli amministratori e gli operatori di Binasco2000 possono (ma non ne sono obbligati) intervenire per impedire l'accesso a utenti che hanno un comportamento scorretto.
* E' buona norma che i minorenni non siano "abbandonati" dai genitori durante la navigazione in Rete.


Regole e modalità di inserimento 'voce' -  CLICCA QUI

Utilizzo dei link colorati:
Commenta - per scrivere un post sullo stesso argomento
Vedi solo questo argomento - per visualizzare SOLO i post con lo stesso titolo
Vedi tutti gli argomenti - per visualizzare TUTTI i post
Per introdurre un nuovo argomento cliccare su SCRIVI



Elenco degli ultimi interventi, clicca sul titolo per visualizzare quello che ti interessa
Ricorsi Storici
Alberi morti...
Ricorsi Storici
Vedi, pensieri e sogni
1886 "anno domini"
BINASCO2019
BINASCO2019
da Il Polverone
Il mio verso
da L´albero dell´acqua
(gocce)
(gocce)
Epoca
Epoca
Epoca
Epoca
Epoca
Il cielo è sempre più Blu
Berardo & Antunieta
Istante
Infanzia
Primarie Partito Democratico
Oh tu che raccogli ...
Primarie Partito Democratico
Vento
La nostra storia in versi
Il ritorno
La mia gente ...
Nenia ...
Detroit ....
senso civico
Ci siamo rialzati
L´Ultima caduta ...
MILANO BINASCO PAVIA
senso civico
senso civico
Comunicato
A chi non Interessa - ma è curioso
Per chi può aver Interesse
Può essere Interessante
Vai a Portici Anno 2000

Voci più recentiVoci più vecchie
2 Marzo 2019
Oh tu che raccogli ...
Commenta   Vedi solo questo argomento



Oh tu che raccogli
la cenere fine della poesia
cenere della fiamma troppo candida
della poesia

Pensa a chi è bruciato prima di te
in fuoco candido

Crogiolo di Keats e Campana
Bruno e Saffo
Rimbaud e Poe e Corso
E Shelley che brucia sulla spiaggia
a Viareggio

E ora di notte
nel rogo universale
la luce candida
ancora ci consuma
piccoli pagliacci
con le nostre candeline
accostate alla fiamma

- Lawrence FERLINGHETTI
oltreilsilenzio
28 Febbraio 2019
Primarie Partito Democratico
Commenta   Vedi solo questo argomento


Fa freddo! Sotto i portici da tempo non si vede più nessuno, tranne qualche solitario declamatore di poesie. Non ci sono dibattiti su alcun argomento che non siano la banalità del quotidiano o l’elenco delle malattie da curare a causa degli anni. Domenica ci sono le Primarie per eleggere il segretario del Partito Democratico, l’unico partito che può aspirare a fare l’opposizione a questo scellerato governo. Non sono un iscritto n’è un simpatizzante del PD. Domenica,però, mi recherò a votare per dare il mio piccolo contributo per un segretario più adatto del disastroso e arrogante Renzi. No alla nullità di Martina! Si a Zingaretti!
Mario G.
22 Febbraio 2019
Vento
Commenta   Vedi solo questo argomento



Nomade venuto da lontano, ignaro di noi,
il vento, l’elemento a me più estraneo,
finché il flutto si placa nell’onda.

Un tempo, al momento dell’alta marea,
quale abbaglio sulla soglia;
pareva invalicabile; all’interno
lo spazio il mondo.
Tu m’hai amata,
io ti ho amato –
amore: polvere che volteggia su di noi
nel chiarore del giugno, quando verdi colline e cielo alto
ci offrono
quello che noi non cogliamo.

Non mancata l’ora,
in cui riposa la mia memoria,
si congela, si acceca, si risveglia,
sa vedere la quotidianità del dì e della notte,
elementare
sotto il tuo respiro, o nomade.

Anche quando ti scateni
in folate di grandine
ti volano incontro gli uccelli del mattino.

- Erika BURKART

Cielo D'alcamo
14 Febbraio 2019
La nostra storia in versi
Commenta   Vedi solo questo argomento



Mio male, mio bene, così vicini
ormai che tante volte vi confondo,
che risse facevate quando il mondo
era pieno di luce e i teatrini

del cuore non scritturavano ombre
ma angeli e demoni in carne e ossa
e da tutte le parti, nella fossa
di chi rammenta, nelle quinte ingombre

di macerie, nei cessi, nel foyer
annerito dagli incendi ferveva
l’incauta vita… Certo, si solleva
ancora il sipario, ogni sera c’è

spettacolo – ma senza vincitori
né vinti, senza sangue, senza fiori.

- Giovanni RABONI
Guido Cavalcanti
13 Febbraio 2019
Il ritorno
Commenta   Vedi solo questo argomento


4.

"Lasciami qui, tra i vasi dei gerani e i viticci
selvatici, in questo mio chiuso
spazio, in balia di qualche evento che dal mare
nasca, come la dea.
Lasciami qui. Qui, dove
quel poco o tanto che m'è rimasto,
lo spreco di giorni mal spesi, di notti
senz'amore, il susseguirsi di stagioni è la spia,
la misura dell'ansia che mi divide e mi tiene.

Di' tu, se puoi, cose meno banali,
ma lasciami la quiete
dove smarrire i miei passati errori
e quest'inganno, l'ultimo.
Stasera,
il mare com'è calmo!".

- Camillo FONTE



Lapo Giani
6 Febbraio 2019
La mia gente ...
Commenta   Vedi solo questo argomento


Ho guardato in faccia alla mia gente
c'è poco da sperare — si amano l'un l'altro
si leccano i peli — si parlano in italiano
dormono su materassi di gommapiuma —
Non se ne farà niente per molto tempo
Avanti voi con le idee chiare
Fate la rivoluzione anche per noi
Che dirvi? Amiamo la giustizia —
il Padreterno — la democrazia
Ho guardato dentro alla mia gente
c'è poco da sperare — si odiano l'un l'altro
si rubano il posto — si scambiano le mogli
si fregano ridendo la tomba al cimitero —
Non se ne farà niente per molto tempo
Avanti voi con le idee chiare
Fate la rivoluzione anche per noi
Che dirvi? Siamo per l'ingiustizia —
contro il Padreterno — abbasso la democrazia
Ho guardato oltre la mia gente
c'è poco da sperare — non cambia niente

- G.S.
Cielo D'alcamo
1 Febbraio 2019
Nenia ...
Commenta   Vedi solo questo argomento



... nel Canavese

Avevano l’altezza che ha l’arbusto
del mirto nero e stretto contro il muro,
camminavano insieme, egli robusto
il corpo, il volto soleggiato e duro,
ella infiammata e ondata da uno scialle
nel dolce portamento delle spalle.

Ora tra i muri o al più lontano prato
o in altra parte non li puoi trovare,
nemmeno discendendo fino al mare.
Fuori del luogo dove il tempo è stato
nessun ricordo si vede o si tocca.
Non c’è più fiato in loro, non c’è bocca.

Erano lì dove ora il mirto ha fiore.
Più meraviglia morte che l’amore.

- Agostino RICHELMY
Anonimous
1 Febbraio 2019
Detroit ....
Commenta   Vedi solo questo argomento



... una fabbrica abbandonata

I cancelli incatenati, la recinzione di filo spinato è lì
come un'autorità di metallo contro la neve
e questo grigio monumento al senso comune
resiste alle stagioni. Ancora carica questa recinzione
delle paure di sciopero, di protesta, di uomini uniti
e della lenta corrosione delle loro menti.

Al di là, attraverso le finestre rotte, si vede
dove le grandi presse si sono fermate fra un colpo e l'altro
e così, sospese nell'aria, restano prese
al margine certo dell'eternità.
Le ruote di ghisa sono ferme; si contano i raggi
che il movimento sfuocava, i montanti che l'inerzia
combatteva,

e si calcola la perdita del potere del potere umano,
lento ed esperto, la perdita di anni,
il graduale declino della dignità.
Uomini vivevano in queste fonderie, ora dopo ora;
nulla di ciò che hanno forgiato è sopravvissuto agli
ingranaggi arrugginiti
che sarebbero potuti servire a macinare il loro elogio.

- Philip Levine
oltreilsilenzio
29 Gennaio 2019
senso civico
Commenta   Vedi solo questo argomento


Meno male che non hanno scaricato tutta quella roba sul ciglio della strada che collega via Marconi con via Roma
stradino
26 Gennaio 2019
Ci siamo rialzati
Commenta   Vedi solo questo argomento


Ieri sera un buon spettacolo per un discreto numero di intimi.
Il Destinatario è stato scoperto - e gli è stato dato un nome.
O meglio gli è stata posta una domanda:
"Dov'era Dio ad Auschwitz?
La sua risposta:
"E l'uomo dov'era?"

Grazie a tutti.

OLTREILSOLE
Voci più recentiVoci più vecchie