Binasco 2000  |   Informazioni  |   Album

Portici è un servizio di community offerto da Binasco2000:
* Per le caratteristiche del servizio, Binasco2000 non può essere considerata responsabile del contenuto delle conversazioni: gli utenti sono gli unici responsabili del loro comportamento nei confronti del servizio stesso, degli altri partecipanti e di terzi.
* Gli amministratori e gli operatori di Binasco2000 possono (ma non ne sono obbligati) intervenire per impedire l'accesso a utenti che hanno un comportamento scorretto.
* E' buona norma che i minorenni non siano "abbandonati" dai genitori durante la navigazione in Rete.


Regole e modalità di inserimento 'voce' -  CLICCA QUI

Utilizzo dei link colorati:
Commenta - per scrivere un post sullo stesso argomento
Vedi solo questo argomento - per visualizzare SOLO i post con lo stesso titolo
Vedi tutti gli argomenti - per visualizzare TUTTI i post
Per introdurre un nuovo argomento cliccare su SCRIVI



Elenco degli ultimi interventi, clicca sul titolo per visualizzare quello che ti interessa
Il mirto
21 GIUGNO2018 ESTATE
21 GIUGNO2018 ESTATE
Lettera a un prigioniero
CAMBIAMENTO
CAMBIAMENTO
Cambiamento
CAMBIAMENTO
CAMBIAMENTO
Mio Male mio ...
Lontano di qui
Stelline
Stelline
Stelline
VIRTUS ATLETICA BINASCO - FEDERICA MAGGIO
Bravo Presidente
Bravo Presidente
Bravo Presidente
Bravo Presidente
Stelline
Bravo Presidente
Bravo Presidente
Bravo Presidente
Bravo Presidente
Sulla Collina a Notte Fonda
Come un barbaro
22MAGGIO2018
Il cielo è sempre più Blu
Il cielo è sempre più Blu
Il cielo è sempre più Blu
Birra e ----
Epilogo 1
15 MAGGIO2018
15 MAGGIO2018
10 MAGGIO2018
10 MAGGIO2018
9 maggio2018 binasco
9 maggio2018 binasco
9 maggio2018 binasco
binasco 9 maggio2018 primavera
Vai a Portici Anno 2000

Voci più recentiVoci più vecchie
21 Giugno 2018
Il mirto
Commenta   Vedi solo questo argomento


Talvolta io ti sapevo terra, bevevo
Sulle tue labbra l’ansia delle fonti
Sgorgante da pietre calde, e l’estate
Sovrastava la pietra felice e il bevitore.

Talvolta ti dicevo di mirto e bruciavamo
L’albero di tutti i tuoi gesti per un intero giorno.
Erano grandi fuochi brevi di luce vestale,
Così t’inventavo fra i tuoi capelli chiari.

Una lunga estate di niente aveva disseccato i nostri sogni,
Arrugginite le voci, accresciuti i corpi, disciolti i nostri ferri.
Talvolta il letto ruotava come una barca alla deriva
Che lentamente guadagna l’alto mare.

- Yves BONNEFOY

Guittone D'Arezzo
21 Giugno 2018
21 GIUGNO2018 ESTATE
Commenta   Vedi solo questo argomento


Altrettanto a lei, caro Lucio
Giovanninadelperseghetto
21 Giugno 2018
21 GIUGNO2018 ESTATE
Commenta   Vedi solo questo argomento


buona estate a tutti quelli che scrivono sul sito uomini e donne cordialita'
lucio
20 Giugno 2018
Lettera a un prigioniero
Commenta   Vedi solo questo argomento



Ngom! campione di Tyâné!

Sono io che ti saluto, il tuo vicino di villaggio e di cuore.
Ti lancio il mio saluto bianco come il grido bianco dell’aurora,
al di sopra dei reticolati
dell’odio e dell’idiozia, e ti nomino con il tuo nome e il tuo onore.
Il mio saluto al Tamsir Dargui Ndyâye che si nutre
di pergamene
che gli fanno sottile la lingua e più fini e più lunghe le dita
a Samba Dyouma il poeta, la cui voce ha il colore della fiamma
e che reca in fronte il marchio del destino
a Nyaoutt Mbodye, a Koli Ngom tuo fratello di nome
a tutti coloro che, nell’ora in cui le grandi braccia sono tristi
come rami battuti dal sole
la sera si raggruppano rabbrividendo intorno al piatto
dell’amicizia.
Ti scrivo dalla solitudine della mia residenza sorvegliata – e
cara – della mia pelle nera.
Amici fortunati, che ignorate i muri di ghiaccio e gli appartamenti
troppo chiari che sterilizzano
ogni seme sulle maschere degli antenati e i ricordi stessi
dell’amore.
Voi ignorate il buon pane bianco e il latte e il sale, e i piatti
sostanziosi che non nutrono, che dividono i borghesi
e la folla dei viali, i sonnambuli che hanno rinnegato la loro
identità di uomini
camaleonti sordi della metamorfosi, e la loro vergogna vi
fissa nella vostra gabbia di solitudine.
Ignorate ristoranti e piscine, e la nobiltà vietata al sangue nero
e la Scienza e l’Umanità, che tendono i loro cordoni di polizia
alle frontiere della négritude.
Bisogna gridare più forte? O voi mi sentite? Ditemelo.
Non riconosco più gli uomini bianchi, miei fratelli
come questa sera al cinema, perduti com’erano al di là del
vuoto creato intorno alla mia pelle.

Ti scrivo perché i miei libri sono bianchi come la noia, come
la miseria e come la morte.
Fatemi posto intorno al braciere, che io possa riprendere il
mio posto ancora tiepido.
Che le nostre mani si tocchino attingendo il riso fumante
dell’amicizia
che le vecchie parole indigene passino di bocca in bocca
come una pipa amichevole.
Che Dargui ci divida i suoi frutti succulenti – fieno con tutta
la sua secchezza profumata!
Tu servici le tue buone parole, enormi come l’ombelico
dell’Africa prodigiosa.
Quale cantore questa sera evocherà tutti gli Antenati
intorno a noi
intorno a noi il gregge pacifico delle bestie della boscaglia?
Chi accoglierà i nostri sogni sotto le palpebre delle stelle?

Ngom! rispondimi con il corriere della luna nuova.
Alla svolta della strada, andrò davanti alle tue parole nude
che esitano. Sono come l’uccellino che esce dalla gabbia
le tue parole così ingenuamente riunite; i dotti ne ridono, ma
a me restituiscono il surreale
e il latte mi zampilla sul viso.

Attendo la tua lettera all’ora in cui il mattino sconfigge la
morte nera.
La riceverò con animo pio come l’abluzione mattutina, come
la rugiada dell’aurora.

- Léopold Sédar SENGHOR




Cielo D'alcamo
14 Giugno 2018
CAMBIAMENTO
Commenta   Vedi solo questo argomento


GRIDAVANO .... GRIDAVANO ....
Attendi, l'Onestà in Italia è un valore da scoprire.
Il Coniglio Bianco DENTRO orme Oneste, le sue carote se le è "zompate" ...
Abbiate Fede
OLTRELASIEPE
14 Giugno 2018
CAMBIAMENTO
Commenta   Vedi solo questo argomento


ONESTA' ONESTA' gridavano.....

N6T
14 Giugno 2018
Cambiamento
Commenta   Vedi solo questo argomento


L'ironia era riferita a tuttele vicende del nuovo governo
Per il modo n cui si vuol far valere le proprie ragioni vorrei ricordare una infelicissima frase di un certo signor Benito . Disse:" per sedermi al tavolo delle Nazioni, mio servono dei morti" (soldati).
Oggi si volevano o mettere a rischio bambini e madri ?
C'è un altra frase del Vangelo che vorrei citare " DATE E VI SARA' DATO"
c'è una economia divina, ma noi stiamo perdendo la caritas e la fede .e forse non meritiamo più la Provvidenza che c'è anche per le Nazioni
( mi scusino i lettori penso di parlare a binaschini cristiani e a nome del 50%
che è chiamata minoranza)
1928



13 Giugno 2018
CAMBIAMENTO
Commenta   Vedi solo questo argomento


In che senso?
Forse quando i Francesi rimandavano in mare i profughi o meglio, li passavano a Ventimiglia, erano dei giusti?
Forse i Maltesi, che chiudono i loro porti sono dei giusti?
O Gli Spagnoli che li fan giostrare sullo stretto entrano ed escono in giornata, son dei giusti?
Quello spaccone inutile, ha fatto ciò che un discreto politico italiano doveva fare da alcuni anni, coinvolgere l'Europa.
E' poco lusinghiero ciò che scrivo, ma credo che dietro alla tragedia umana di quei Paesi Africani sia agganciato un altro progetto, ben più sottile e velenoso. Pensiero povero ma ben soppesato.
OLTREILTRAMONTO
13 Giugno 2018
CAMBIAMENTO
Commenta   Vedi solo questo argomento



Ma che bel cambiamento !!!!!


1928

12 Giugno 2018
Mio Male mio ...
Commenta   Vedi solo questo argomento



Mio male, mio bene, così vicini
ormai che tante volte vi confondo,
che risse facevate quando il mondo
era pieno di luce e i teatrini

del cuore non scritturavano ombre
ma angeli e demoni in carne e ossa
e da tutte le parti, nella fossa
di chi rammenta, nelle quinte ingombre

di macerie, nei cessi, nel foyer
annerito dagli incendi ferveva
l’incauta vita… Certo, si solleva
ancora il sipario, ogni sera c’è

spettacolo – ma senza vincitori
né vinti, senza sangue, senza fiori.

- Giovanni RABONI
Lapo Giani
Voci più recentiVoci più vecchie